WebSemantico#1 – TheGiornalisti – Questa nostra stupida canzone d’amore

Speriamo

 

Stamattina mi sono alzato un po’ meglio del solito. Probabilmente soffro di vagotonia ma dovrei ancora trovare un neurologo per farmela ufficialmente diagnosticare, per adesso sto divagando solamente con l’ipocondria.

Dicevo che oggi mi sono alzato un po’ meglio del solito, a me stanno simpatiche sia Pamplona che Riccione – un po’ per il lol, un po’ perché oggettivamente sono quelle canzoncine pop che funzionano quando è estate, il sole batte, e la serotonina pompa al livello giusto per farti dire che anche la merda è gaudiosa (forse è il melanoma al cervello, non so che dirvi, ma l’ho pensato) –  quindi mi sono detto “Ok, sentiamo l’ultima dei Thegiornalisti”. E niente, so solo che adesso c’ho voglia di invitare a casa Merzbow e fargli fare un live di 24 ore mentre gioco a Doom steso a letto, nudo, con un tizio della digos che mi stuzzica il glande con un taser.

Quello che mi stupisce di Tommaso Paradiso è il fatto che uno con la laurea in Filosofia sia in grado di NON superare mai l’asticella del compositore mediocre,  sembra il tipico tizio che ha fatto la scuola della vita, percorso scelto tra le sagre del cicatiello, ha discusso di politica con don mario ogni domenica, che magari con la scusa di comprarglieli alla nonna i tabloid di quelli con la fregna sarda velina che si abbraccia con l’aziendalista di successo di 60 anni ricolmo di grasso in copertina, foto scattata da qualche parte a Panarea o dove cazzo ne so insomma se li LEGGE di GUSTO pure lui

cioè capite, Tommaso Paradiso è uno che poi quando ha scoperto la figa il massimo che poteva farle in campo trobadorico era dedicarle “Una canzone d’amore”  o “Una canzone per te”, mica una cosa del genere capite

la cosa è che Tommaso Paradiso è un decimo a livello compositivo dei suoi eroi, vale un 10% scarso di un Vasco Rossi e che ne so, un 30% di Claudio Baglioni e forse un 20% di Luca Carboni ma quello che mi chiedo è PERCHE’ NON TI ACCATTI UN EDITOR, UN GHOST WRITER, PERCHE’ NON HAI UN GRUPPO WHATSAPP CON DEGLI AMICI VERI, DI QUELLI SINCERI, NEL QUALE POSTARE I TESTI DELLE CANZONI PRIMA PUBBLICARLE? CHE MAGARI TI DICONO NO DAI TOMMY FORSE SCRIVERE “SEI LA NAZIONALE DEL 2006” E’ UN PO’ TROPP

Nel caso mandaceli a noi i testi saremo sinceri.

 

“Se domani tu per caso sparissi
E io non sapessi più con chi parlare
Dopo tre gin, cosa dovrei fare?”

//Dopo tre gin il maschio medio (e superati i 30), per quanto innamorato, può fare tre cose, una di queste o tutte:

a) andare in bagno per una sciolta fulminante

b) cominciare a dire frasi nazionalsocialiste che Salvini spostati

c) arrapamento coatto, la prima che passa o ci si accontenta di tornare a casa e aprire pornhub in sessione notturna

“Hai capito chi sei
Sai che ho vinto il mondiale da quando ci sei
Sei la Nazionale
Del 2006
Ma dentro casa col vestito da sposa
Sei il finale migliore di tutti i film che possiamo guardare
Prima di andare a dormire”

//E d’altronde dopo i tre gin qualcosa di vagamente nazionalista spunta. Riferimento alla nazionale del 2006 + lei con vestito da sposa a casa.  Sì ragazzi lo ha fatto, ha paragonato una ragazza alla Nazionale di Lippi e del si va a Berlino, ma augurandosela col vestito da sposa in casa.  Sì ragazzi lo ha fatto, ha paragonato una ragazza alla Nazionale di Lippi e del si va a Berlino, ma augurandosela col vestito da sposa in casa. Sì ragazzi lo ha fatto, ha paragonato una ragazza alla Nazionale di Lippi e del si va a Berlino, ma augurandosela col vestito da sposa in casa. Sì ragazzi lo ha fatto, ha paragonato una ragazza alla Nazionale di Lippi e del si va a Berlino, ma augurandosela col vestito da sposa in casa. Sì ragazzi lo ha fatto, ha paragonato una ragazza alla Nazionale di Lippi e del si va a Berlino, ma augurandosela col vestito da sposa in casa.  p o r c a Sì ragazzi lo ha fatto, ha paragonato una ragazza alla Nazionale di Lippi e del si va a Berlino, ma augurandosela col vestito da sposa in casa. p u t t a n a Sì ragazzi lo ha fatto, ha paragonato una ragazza alla Nazionale di Lippi e del si va a Berlino, ma augurandosela col vestito da sposa in casa. e v a Sì ragazzi lo ha fatto, ha paragonato una ragazza alla Nazionale di Lippi e del si va a Berlino, ma augurandosela col vestito da sposa in casa. s i a m o Sì ragazzi lo ha fatto, ha paragonato una ragazza alla Nazionale di Lippi e del si va a Berlino, ma augurandosela col vestito da sposa in casa. s e r i  Sì ragazzi lo ha fatto, ha paragonato una ragazza alla Nazionale di Lippi e del si va a Berlino, ma augurandosela col vestito da sposa in casa. Sì ragazzi lo ha fatto, ha paragonato una ragazza alla Nazionale di Lippi e del si va a Berlino, ma augurandosela col vestito da sposa in casa.

Tu che parti per un viaggio
Io che annaffio le piante
Aspettando il tuo ritorno

//Ribaltamento di tematiche, il gin ha smesso di scorrere, il machismo malinconico si rilassa e lei può partire per un viaggio. Chissà, magari di lavoro addirittura,  lui aspetterà il ritorno annaffiando le piante. Certamente non aprendo che ne so, un romanzo di Paolo Nori, così tanto per imparare a scrivere e farci un favore a noi quattro stronzi

La Corea del Nord
Non potrà fermare tutto questo

PREMI QUEL CAZZO DI TASTO KIM, FACCI SALTARE DAI FALLO

 

dda